IN SALA – 5 scene di ‘LAZZARO FELICE’ di Alice Rohrwacher

03 giugno 2018

Se non lo avete ancora fatto, correte al Cinema a vedere Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher.

È il secondo film italiano – in un anno – del quale andare davvero orgogliosi (l’altro è, ovviamente, ‘Chiamami col tuo nome‘ di Luca Guadagnino): ecco il MIRACOLO!

La Rohrwacher si conferma degna erede di Pasolini e del di lui discepolo Sergio Citti (la sua opera prima Corpo Celeste ottenne, nel 2011, proprio il Premio Pier Paolo Pasolini), firmando con Lazzaro Felice una libera parabola a un tempo politica e di altissima poesia. CHAPEAU!

Quella di Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da poter sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui, ma viziato dalla sua immaginazione, è la storia di un’amicizia. Un’amicizia che nasce vera, nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Un’amicizia che, luminosa e giovane, è la prima, per Lazzaro. E attraverserà intatta il tempo che passa e le conseguenze dirompenti della fine di un Grande Inganno, portando Lazzaro nella città, enorme e vuota, alla ricerca di Tancredi.

Vi proponiamo cinque scene del film:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...