FIRST LOOK – ‘120 battements par minute’, dopo l’anteprima a Bologna, da oggi nelle sale italiane

05/10/2017

Uno dei più bei film di questo 2017; è questa l’impressione che noi di Sconfinferevole Cinema portiamo dentro da Venerdì scorso, giorno in cui abbiamo presenziato all’anteprima bolognese di “120 battements par minute” di Robin Campillo, nelle sale italiane da oggi 5 Ottobre.

Il film, ambientato nella Francia dei primi anni ’90 – quando lo spettro dell’AIDS cominciava a farsi sempre più strada nelle coscienze della popolazione – ritrae in maniera sincera le vite dei membri di ACT UP,  organizzazione che lavora per richiamare l’attenzione sulle vite dei malati di AIDS e sulla pandemia dell’AIDS per portare – spesso in maniera violenta – a legislazioni, ricerche e trattamenti medici.

120 04

Nell’arco dei 135 minuti di durata del film, in un’ideale primo tempo assistiamo alle vicissitudini del gruppo, alle riunioni codificate da regole non scritte, alle azioni violente, alle interazioni tra i vari membri del gruppo e all’amore che nasce tra i due protagonisti; a questa prima parte si accompagnano riprese – con camera a mano – convulse e agitate, al pari dei sentimenti accesi che animano le persone di ACT UP ed all’amore nascente tra Sean e Nathan.
Nella seconda parte, si passa, invece, ad una regia più discreta, in punta di piedi, quasi dimessa, a testimoniare – spesso con bellissimi sfuocati – momenti drammatici, quali le discordie che si generano all’interno dell’aula in cui ACT UP si riunisce, fino alla quasi immobilità di fronte all’ineluttabilità di un destino segnato dalla malattia.

120 05

La vicenda amorosa ruota attorno ai protagonisti interpretati da Arnaud Valois e Nahuel Pérez Biscayart; come tutto il cast di ‘120 battement pour minute‘, nelle mani di Robin Campillo danno vita ad uno spaccato di vita crudo e ruvido, senza teatralizzazioni o banalizzazioni del soggetto ‘gay’, restituendo al pubblico un’immagine onesta di persone definite per i loro ideali, per la loro quotidianità, per la loro vicissitudini e non esclusivamente per il loro orientamento sessuale.
La Spannung del film, o almeno per la sua parte pubblica/politica, coincide con le (re)azioni di chi di HIV/AIDS non ha sentito parlare, o se l’ho ha fatto, lo associa indissolubilmente a qualcosa di scabroso ed ‘esclusivo’ degli ambienti LGBT; emblematiche la scena di distribuzione preservativi e volantini nelle scuole superiori e la scena dell’affissione di manifesti con annessa reazione discriminatoria da parte proprio di una coppia omosessuale; il regista, nel corso del Q&A racconta proprio come l’ispirazione di questa scena derivi dalla propria esperienza personale:

Ero con un’amica lungo la Senna ad appendere questi manifesti ed abbiamo ricevuto numerosi insulti, nonostante lo slogan in essi contenuto non fosse particolarmente aggressivo (io voglio che tu viva’, ndr).
Ho costruito ‘120 battiti’ essenzialmente sulla base dei miei ricordi, non ho fatto una vera e propria opera di documentazione, ho cercato di mettere in prospettiva quello che ricordavo di quegli anni.

La tensione, nella sfera privata/amorosa, raggiunge apici drammatici sul finire del film, quando il discorso sull’amore si fa magistralmente universale.
Notevole la colonna sonora – riuscitissimo mélange di orchestrazioni strumentali e hit contemporanee alle vicende narrate nel lungometraggio – che si esprime alla massima potenza nelle scene girate in discoteca, sapientemente mixate con un serrato montaggio.

120 02

Ricordiamo che il film, senza dubbio un’opera da vedere e da far vedere, ha vinto il Gran Premio della Giuria nonché la Queer Palm all’edizione 70. del Festival di Cannes ed ha fatto parte dei finalisti della competizione cinematografica europea LUX Prize 2017.

Le nostre foto dell’Anteprima tenutasi presso il Cinema Odeon di Bologna. Presenti in sala il regista, Robin Campillo ed il bellissimo protagonista, Arnaud Valois.

Un estratto della Q&A

Sulla pagina facebook di Teodora Film (distributore per il mercato italiano, ndr) i cinema in cui sarà proiettato il film.

AB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...