FIRST LOOK – La prima foto del film in VR di Tsai Ming-liang

17 Luglio 2017

In anteprima, la primissima foto di “Home in the Blue Temple” (家在蘭若 Jiā zài lánrě sì), il primo film in VR (Virtual Reality) girato dal Maestro taiwanese Tsai Ming-liang.

FB_IMG_1500280025226

Il film ancora ambientato nella casa di montagna nella giungla selvaggia – già vista nel documentario “Afternoon” (2017) e nelle splendide sigle per la Viennale dell’anno scorso ndr – dove Tsai convive col suo attore feticcio Lee Kang-sheng, lo vedrà tornare a lavorare, anche in veste d’attore, su uno dei suoi elementi preferiti: l’acqua.

Per me, l’acqua significa molte cose. Sono convinto che gli esseri umani siano proprio come le piante. Non possono vivere senza acqua altrimenti si essicano . Anche gli esseri umani, senza amore o altro nutrimento, si asciugano. Quanta più acqua si vede nei miei film, più i personaggi devono colmare un vuoto nella loro vita, per ottenere nuovamente l’idratazione. Se sono persone solitarie, senza amore o senza amici, li vedrete bere molta acqua. A volte l’acqua si accumula e diventa fastidiosa. Ad esempio, in “Che ora è laggiù?” il protagonista, interpretato da Lee, è mostrato urinare molto. Temendo di lasciare la sua stanza di notte, il personaggio urina in bottiglie, sacchetti e qualunque altro possa trovare. È come se abbia una grande passione ed emozione in lui, ma non un posto cui incanalarli , perciò essi scivolano solo via attraverso il sistema.

tsai_edited

Home in the Blue Temple” concorrerà con tutta probabilità al Venice Virtual Reality, la prima competizione assoluta di film in Realtà Virtuale (VR), che si terrà durante la 74. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia (30 agosto – 9 settembre 2017) presso il VR Theatre (Palazzo del Casinò, Lido di Venezia).

È stato proprio Alberto Barbera, direttore della Mostra del Cinema di Venezia, a parlare per primo del film di Tsai Ming-liang, nel maggio scorso:

Credo che il nostro sia il primo festival che ha messo le basi per un concorso dedicato alla Realtà virtuale. Altri hanno presentato questo tipo di prodotti, ma senza dar vita, come abbiamo fatto noi, a una vera e propria competizione riservata a film di cinema d’autore in Realtà virtuale. D’altronde, se registi come Iñárritu, Spielberg e Tsai Ming Liang si misurano con questo strumento, potevamo continuare a ignorare questo fenomeno?

MV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...