IN TV – ‘Interior. Leather Bar.’ (2013) di James Franco

Stanotte, a 00:50, CIELO Tv trasmetterà, in Prima Visione Assoluta (il film è passato in Italia solo al Torino GLBT film Festival, al Festival MIX di Milano ed al Florence Queer Festival) “Interior. Leather Bar.” (2013) ad oggi, il più felice esito dell’interessantissima, bulimica e provocatoria produzione artistica del performing artist (attore, regista, produttore, scrittore, fotografo, pittore) James Franco.

Mai come in questo mockumentary, co-diretto assieme a Travis MathewsFranco ha saputo infatti dare vita ai propri fantasmi omoerotici, al proprio sfrenato (quanto squisito) feticismo cinematografico ed alla nostalgia per un lifestyle omosessuale – e per il conseguente immaginario – nativo, scevro cioè dalle “normalizzazioni” dei nostri giorni. Lo fa re-immaginando – in un’opera a cavallo tra il porno gay più hardcore, la riflessione metacinematografica e la denuncia dell’omofobia di Hollywood – i famigerati 40 minuti tagliati diCruising” (1980), il capolavoro maledetto di William Friedkin, sulla discesa agli inferi di un investigatore – interpretato da Al Pacino – che indaga su una serie di omicidi negli ambienti gay sadomaso della New York di fine anni ’70.

1
James Franco sul set di “Interior. Leather Bar.” (2013)

Si racconta che per evitare il divieto ai minori di 18 anni, Friedkin fosse stato costretto a tagliare dal film appunto 40 minuti di girato, in gran parte scene di vero sesso gay sadomaso catturate nei club nei quale il film era ambientato.

Sono rimasto affascinato dal film originale. Ci sono state delle polemiche quando è stato girato poichè molti pensarono facesse apparire depravato lo stile di vita delle persone gay, sovrapponendo un misterioso omicidio sullo sfondo della scena del gay club. Ma ora, 30 anni dopo, la pellicola originale appare diversa. È stata accettata dalla comunità cinematografica (ha avuto una riedizione a Cannes) e ha magnificamente immortalato i perduti leather bar dei tardi anni ’70 a New York. Volevo fare un progetto che esaminasse il vecchio materiale con la lente dei costumi sociali e di intrattenimento di oggi per vedere cos’è cambiato e cosa non lo è 30 anni dopo.

Visto il tipo di immagini e situazioni che propone, “Interior. Leather Bar.” non potrà non essere pesantemente tagliato da CIELO Tv. Stessa sorte è toccata tempo fa all’imprescindibile “Ma mère” (2004) di Christophe Honoré, amputato persino del finale.

Il nostro consiglio è di recuperarlo in dvd o vod.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...