VENEZIA 73 – ‘Hjartasteinn’

09 maggio 2017

Sconfinferevole Cinema inaugura oggi la sezione AMARCORD, dove verranno presentati film provenienti dalle passate edizioni dei vari Festival d’Arte Cinematografica.

Today, Sconfinferevole Cinema launches the AMARCORD section, where you’ll find movies from previous editions of many worldwide Film Festivals.

Il primo articolo della nuova sezione rende omaggio ad un film presentato in anteprima mondiale a Venezia 73: il lungometraggio è l’opera prima del regista ed il primissimo film islandese in concorso nella kermesse lidense, inserito nella sezione Venice Days – Giornate degli Autori.

Our first article pays homage to a movie screened at Venezia 73 in first preview: the full length feature is the directors’ debut movie and the very first Icelandic movie shown at the Venice Film Festival; it was in the competitive section Venice Days – Giornate degli Autori.

Stiamo parlando di Hjartasteinn (Heartstone), film d’esordio del regista, sceneggiatore e produttore Gudmundur Arnar Gudmundsson, che ha raccolto – e sta ancora raccogliendo –  numerosi riconoscimenti nei festival di tutto il mondo; 26 premi e 12 nomination tra cui il Premio del Pubblico ed il Gran Premio della Giuria all’Angers European First Film Festival, il Premio Speciale della Giuria al Dallas International Film Festival e ben 8 riconoscimenti (tra gli altri miglior film, miglior regista e miglior fotografia) agli Edda Awards.

We are talking about Hjartasteinn (Heartstone), debut film of director, screenwriter and producer Gudmundur Arnar Gudmundsson, who’s collected – and still collecting –  several prizes all around the world; 26 wins and 12 nominations among which the Audience Award and the Grand Jury Prize at the Angers European First Film Festival, the Special Jury Prize at the Dallas International Film Festival and 8 awards (let us mention Best Picture, Best Director and Best Cinematography) at the Edda Awards.

Il film ha inoltre ricevuto, nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia, il Queer Lion Award, riconoscimento – giunto alla sua decima edizione – che premia il miglior film con tematiche omosessuali e queer culture.

During the last Mostra del Cinema di Venezia, the movie also received the Queer Lion Award, the prize – celebrating its 10th anniversary – which recognizes the best film feature portraying homosexual and queer culture themes.

heartstone_05

Si tratta di una brillante opera prima, che sviluppa quanto presente in quattro precedenti cortometraggi. Il regista, classe 1982, si è affidato ad un gruppo di giovanissimi, ma già promettenti, attori per portare sul grande schermo con delicatezza, onestà e senza ostentata retorica, una storia sull’ancora troppo spesso difficile tema dell’accettazione di sentimenti e passioni omosessuali; chiunque abbia vissuto situazioni simili a quelle dei due protagonisti non potrà non rimanere incantato dalla sensibilità con cui il regista vi si approccia.
Tenero e senza malizia (e non tutti i registi ne sarebbero capaci) è l’occhio con cui Guðmundsson ci mostra – con tensione emotiva ineguagliabile – l’approccio-separazione, la voglia-rifiuto, l’amore-negazione tra Kristján e Þór; il “piccolo mondo antico” in cui si muovono i due adolescenti si mostrerà inesorabilmente ostile a questa amicizia, ed il freddo quanto inacessibile paesaggio islandese si fa mimesi delle (re)azioni di tutti i personaggi che ruotano loro attorno.

We are in front of an excellent debut, which develops themes from the 4 shorts previously directed by Guðmundsson. The director, born 1982, entrusts a group of very young and promising actors in order to portray – with gentleness and honesty – the hard subject of admitting homosexual feelings and passions; anyone who felt like the two characters in the movie could be easily moved by the directors’ sensitivity in dealing with such theme.
Guðmundsson, with delicate, soft and naive eye, shows – with peerless tension and emotion – the approach-separation, the wish and the refuse, the love and the denial between Kristján and Þór; the world around them will doom this unlikely friendship, and the cold and impervious landscape will melt with all the other characters’ (re)actions.

HJARTASTEINN
Baldur Einarsson & Blær Hinriksson

Noi di Sconfinferevole Cinema eravamo presenti sia alla prima mondiale in Sala Perla che alla cerimonia di premiazione presso la Villa degli Autori.
Qui di seguito i video girati da Alessio Bortolozzo, in entrambe le occasioni.

Sconfinferevole Cinema was there, both in Sala Perla for the world premiere and at the Villa degli Autori for the award ceremony; Alessio Bortolozzo shot both events as you can see from the two videos below.

http://www.heartstone-thefilm.com
https://www.queerlion.it/vincitore2016/

 

AB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...